Interprete per professione

dolmetscher-Konsekutivdolmetscher, Messedolmetscher, Notariatsdolmetscher, Gerichtsdolmetscher, Begleitdolmetscher

 

 

 

 

 

Konsekutivdolmetscher  Begleitdolmetscher  Verhandlungsdolmetscher

 

Quella dell’interprete è una delle professioni più impegnative in generale, con un fattore stressante simile a quello di piloti, medici ed insegnanti. La routine è esclusa, in quanto le interpreti e gli interpreti sono impegnati in tutti i settori della vita, dagli appuntamenti con notai e funzionari alle conferenze specialistiche, ad es. per argomenti agricoli o finanziari, alle discussioni politiche, sul tipo di quelle che si svolgono alle Nazioni Unite o all’Unione Europea. Anche se agiscono sempre all’ombra, una cooperazione globale economica e politica non sarebbe possibile senza interpreti. Per fare l’interprete non è sufficiente il semplice talento per le lingue, pur costituendo un requisito essenziale. Un interprete non trasmette solo la parola espressa, egli deve considerare anche la mimica, la gestualità e la cadenza di chi parla. È quindi indispensabile un certo talento teatrale. Una buona cultura generale è importante, come pure la capacità di assorbire in tempi brevi i settori specialistici più diversi. Non bisogna sottovalutare nemmeno l’importanza di nozioni approfondite del Paese, in quanto la conoscenza dei costumi e degli usi nazionali può evitare agli interlocutori eventuali rischi comportamentali. Un requisito fondamentale per gli interpreti e le interpreti è la resistenza allo stress, un’elevata capacità di concentrazione e di analisi. Ciò riguarda in modo particolare il tipo di interpretariato simultaneo, per cui ciò che viene detto viene trasferito in simultanea nella lingua di riferimento. Dal momento che questa attività è particolarmente impegnativa, durante il lavoro gli interpreti simultanei si scambiano di regola ad intervalli di circa mezz’ora. Per il tipo di interpretariato consecutivo ciò che viene detto viene in un primo tempo stenografato, quindi dopo qualche minuto avviene la riproduzione, di conseguenza il fattore stressante è minore. Un interprete cerca sempre di non mettersi in scena. Svolge un servizio, con cui tenta di non essere percepito e di non trasmettere agli interlocutori la sensazione di comunicare direttamente. Questo impegno di “dissolvimento individuale” significa che la discrezione e la modestia sono tratti essenziali per un interprete. Un interprete non deve distribuire voti o dare valutazioni. Si pensi alla delicatezza di alcuni eventi, ossia all’importanza dei partecipanti, per cui serietà e discrezione sono naturali per l’attività dell’interprete. In Germania il titolo di interprete simultaneo non è brevettata, ciò significa che è possibile esercitare la professione senza una qualificazione precisa e senza aver sostenuto esami. Ci sono tuttavia alcuni titoli, che si distinguono a seconda dei Land e che vengono acquisiti con determinate qualificazioni, esami o immatricolazioni, come ad es. Interprete laureato, interprete laureata, interprete specializzato laureato, interprete giurato e certificato dal tribunale o interprete pubblico e giurato. Un attributo di qualità per interpreti professionisti è l’Associazione Internazionale degli interpreti di conferenze (aiic) con sede a Ginevra. Nonostante “una vita all’ombra” gli interpreti consecutivi svolgono una funzione importante nell’attuale società globalizzata. Gli interpreti trasmettono non solo parole, ma fanno anche da intermediari tra concezioni e culture diverse, contribuendo a stabilire legami politici ed economici tra persone delle nazioni più diverse.